fbpx New York: la sfida continua per rinunciare ai combustibili fossili entro il 2030 | My Solar Family
ENERGIE POSITIVE

New York: la sfida continua per rinunciare ai combustibili fossili entro il 2030

09 Febbraio 2021
Magazine > ENERGIE POSITIVE > New York: la sfida continua per rinunciare ai combustibili fossili entro il 2030

La sfida (politica, economica ed energetica) è indubbiamente ambiziosa e le azioni per vincerla ormai vanno avanti da diversi anni: la metropoli di New York rinuncerà in modo definitivo ai combustibili fossili entro il 2030.

Anche quest'anno lo ha ribadito il sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio, durante lo State of the City Address 2021: “New York City darà l'esempio nella lotta alla crisi climatica effettuando storici investimenti verdi e riducendo sempre di più la dipendenza dalle auto e dai combustibili fossili."

Entro il 2025 il Comune di New York funzionerà completamente grazie alle fonti rinnovabili, a partire dall' accordo che sarà stipulato nel 2021 per la costruzione di una linea di trasmissione, che porta nella metropoli l'energia idroelettrica canadese e quella proveniente da altre fonti di elettricità rinnovabile.

Il sindaco ha inoltre illustrato nel suo documento programmatico l'intenzione di ridurre drasticamente le auto termiche in città, spingendo sui veicoli elettrici e aumentando gli spazi per i ciclisti e i pedoni.

Sui due dei principali ponti che collegano Manhattan, il Brooklyn Bridge e il Queensboro Bridge, verranno costruite nuove piste ciclabili protette a doppio senso, separate dalle corsie per le auto. Molte strade saranno re-immaginate nel design e nella viabilità per accogliere piste ciclabili e permettere ai ciclisti e ai pedoni di muoversi in assoluta sicurezza.  Ogni distretto avrà nuovi viali ciclabili progettati e realizzati a misura di ciclista. 

Tra le scelte strategiche anche quella di prolungare e sviluppare l'azione "Open Streets" avviata ad aprile 2020 in piena Pandemia di Covid, che chiude completamente al traffico delle auto diverse strade cittadine (soprattutto quelle nelle vicinanze dei parchi pubblici), per permettere ai ciclisti e ai residenti di passeggiare e fare attività motoria all'aperto in sicurezza e con l'aria più pulita. Un progetto reso possibile anche grazie al coinvolgimento delle associazione di quartiere e dei cittadini volontari, che si occupano della supervisione del rispetto delle regole in un'ottica di sviluppo della comunità.

Stiamo investendo miliardi di dollari in energie rinnovabili, soldi sottratti all’industria dei combustibili fossili che stanno rovinando il Pianeta. Nei prossimi 15 anni investiremo 50 miliardi di dollari in energie rinnovabili.

Nei prossimi anni, quindi, New York cambierà molto dal punto di vista urbanistico ed energetico: sarà una città più green, più elettrica e più attenta a fornire spazi adeguati a ciclisti e pedoni proprio in vista di raggiungere il suo ambizioso obiettivo. Una scelta importante che speriamo possa essere d'esempio per altre grandi città (e non solo). 

Chiamaci al numero 070 3321792 oppure scrivici

Oggetto:

Messaggio: