fbpx Emissioni zero entro il 2040: secondo uno studio europeo è possibile | My Solar Family
ENERGIE POSITIVE

Emissioni zero entro il 2040: secondo uno studio europeo è possibile

09 Luglio 2020
Blog > ENERGIE POSITIVE > Emissioni zero entro il 2040: secondo uno studio europeo è possibile

Come indicato dall’UE, per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi  e cioè di contenere l’aumento della temperatura ben al di sotto dei 2 gradi, bisogna necessariamente tagliare le emissioni di CO2 prodotte dall’uomo entro il 2050.

L‘obiettivo principale è quello di evitare qualsiasi disastro ambientale e climatico dato dall’inquinamento e di favorire la rinascita economica grazie ad una transizione sostenibile.

Un importante studio europeo ha analizzato come poter raggiungere questo obiettivo anche già nel 2040, puntando sui comparti più coinvolti dalla produzione di emissioni inquinanti. 

Vediamo di cosa si tratta in questo articolo.

Il recente studio di EEB (European Environmental Bureau) e CAN (Climate Action Network), con l’obiettivo di sviluppare uno scenario per l’infrastruttura energetica, dimostra che con uno sforzo ambizioso è possibile contenere l’innalzamento della temperatura al di sotto dei 2 gradi al massimo, entro l’anno 2040.

In che modo è possibile tagliare le emissioni entro il 2040?

All’interno dello studio si profila un’ipotesi per uno scenario energetico su scala europea che prevede il potenziamento dei comparti principalmente coinvolti nella transizione verso un’economia stabile e sostenibile

Efficienza energetica

Secondo EEB e CAN è possibile dimezzare il fabbisogno di energia elettrica puntando su un profondo rinnovamento del settore edile: largo a investimenti per l’ecoedilizia e tecnologie innovative per tagliare le emissioni e migliorare il comfort abitativo.
Per limitare l’inquinamento che deriva dal comparto industriale sarebbe necessaria una completa elettrificazione di tutti i processi di produzione.
È altrettanto necessario, diversi paesi ormai lo stanno capendo, investire sull'elettrificazione del settore dei trasporti

Graduale ma rapido abbandono dei combustibili fossili

Per un raggiungimento degli obiettivi di neutralità climatica sarà necessario abbandonare quanto prima i combustibili fossili

In particolare per contribuire al contenimento delle emissioni di CO2 bisognerà abbandonare totalmente il carbone entro il 2030

La strategia ideale per tutti i paesi europei è, infatti, quella di chiudere tutte le centrali a carbone (per esempio i paesi più devoti al carbone come UK e Germania stanno già prevedendo dei piani in merito).
Nello specifico aiuterebbe:

  1. prevedere dei sostegni economici per tutti quei lavoratori che, impiegati nelle maggiori centrali a carbone, con la chiusura perderebbero il lavoro;
  2. bloccare i finanziamenti alle aziende carbonifere maggiori e incentivare lo studio e la ricerca su combustibili alternativi.

Sarebbe necessario, per raggiungere il target vagliato nello studio da EEB e CAN, chiudere le centrali a gas entro il 2035 e le industrie petrolifere entro il 2040

Consumo di energia da carbone

Consumo di energia primaria da carbone.
Fonte: Building a Paris Agreement Compatible (PAC) energy scenario

 

Energie rinnovabili al 100%

Un altro importante obiettivo, da tenere come riferimento per il contenimento delle emissioni entro il 2040, è quello passare totalmente alle energie rinnovabili

Lo sforzo che i paesi stanno facendo per far partire la diffusione in larga scala delle energie alternative è importante, ma bisogna farlo in maniera più veloce.

È vero, tanti paesi stanno sviluppando dei progetti ambiziosi per portare le energie rinnovabili in ogni angolo del mondo: per esempio ci sono progetti che hanno l’obiettivo di portare le rinnovabili anche nelle isole più lontane del mondo, altri hanno l’obiettivo di creare dei sistemi di accumulo di energia per i luoghi più remoti, in Italia si sta puntando sulla riduzione della povertà energetica

Ci sono diversi progetti in cantiere, relativi all’impiego dell’energia alternativa, ma a molti mancano i finanziamenti e le normative dalla loro parte.

In ultima istanza bisognerebbe dare più spazio alla ricerca e lo studio sui gas e i combustibili non fossili, come per esempio l’idrogeno rinnovabile.
Questi combustibili sintetici sono essenziali per favorire lo sviluppo di un’economia sostenibile. 

Consumo di energia solare

Proiezione del consumo di energia da fonte solare.
Fonte: Building a Paris Agreement Compatible (PAC) energy scenario

 

 

Chiamaci al numero 070 3321792 oppure scrivici

Oggetto:

Messaggio: