fbpx In Cina l’energia verde sposa l'agricoltura: ecco il nuovo progetto agro-fotovoltaico | My Solar Family
ENERGIE POSITIVE

In Cina l’energia verde sposa l'agricoltura: ecco il nuovo progetto agro-fotovoltaico

30 Settembre 2020
Blog > ENERGIE POSITIVE > In Cina l’energia verde sposa l'agricoltura: ecco il nuovo progetto agro-fotovoltaico

Troppo spesso si dice che il fotovoltaico lascia poco spazio alla natura e al suo territorio incontaminato.
Con l’espandersi del settore delle rinnovabili si è fatta strada una prospettiva di scetticismo che considera la tecnologia fotovoltaica degradante per la bellezza del territorio e per i terreni agricoli e pastorali.
Nonostante ciò, sono in aumento i progetti che supportano lo sviluppo della tecnologia su terreni verdi e coltivati.

In Cina sta succedendo proprio questo: è stato lanciato, poco tempo fa, un progetto agro-fotovoltaico che prevede lo sviluppo di un parco solare all’interno di un vasto terreno coltivato.

Un parco fotovoltaico sulle rive del fiume Giallo

L’impianto sorgerà sulla sponda del fiume Giallo a Binhe New District in Cina e sarà il più grande parco solare del mondo sviluppato su un terreno coltivato a bacche di Goji.
Baofeng, il gruppo cinese che conduce il progetto insieme alla divisione solar di Huawei, ha avviato i lavori nel 2014 e ha l’ambizioso obiettivo di realizzare un impianto fotovoltaico che possa generare fino a 1 GW di potenza elettrica.

Produrre il massimo dell’energia rinnovabile

Il progetto dell’azienda cinese è particolarmente interessante perché integra la tecnologia di tracciamento solare monoasse: i moduli fotovoltaici sono installati su un “inseguitore solare” ovvero su un sistema in grado di seguire il movimento del sole ed esporre ai raggi solari la massima superficie fotovoltaica consentendo così di massimizzare la produzione di energia solare.

Quali sono i vantaggi del progetto agro fotovoltaico?

Il sistema progettato da Baofeng è in grado di ridurre l’evaporazione di umidità del terreno in una misura compresa tra il 30% e il 40%.
In sostanza oltre alla produzione di energia elettrica esiste un beneficio anche per il terreno e la produzione vegetale, che è aumentata di circa l’85%.

Quali opportunità per la decarbonizzazione

Gli obiettivi di decarbonizzazione del PNIEC (Piano Nazionale Integrato Energia e Clima) prevedono una diffusione della tecnologia fotovoltaica che difficilmente potrà prescindere dall’installazione a terra pur nel rispetto dei terreni agricoli di pregio.

Meglio a questo punto prendere atto che la tecnologia fotovoltaica in alcuni casi può coesistere con l’agricoltura e che può essere una grande opportunità identificare quelle aree del territorio nazionale in cui promuovere l’integrazione tra queste due attività economiche può produrre benefici per l’ambiente e per gli agricoltori.

Chiamaci al numero 070 3321792 oppure scrivici

Oggetto:

Messaggio: