fbpx Mobilità sostenibile e opportunità: oggi sono tutti più consapevoli | My Solar Family
VIVERE SMART

Mobilità sostenibile e opportunità: oggi sono tutti più consapevoli

30 Giugno 2020
Blog > VIVERE SMART > Mobilità sostenibile e opportunità: oggi sono tutti più consapevoli

Le misure di sicurezza indicate dal Governo per evitare nuovi contagi durante la fase post Covid-19 esortano il cittadino a limitare l’uso di mezzi pubblici per gli spostamenti in città. 

Queste indicazioni hanno indotto i cittadini e le regioni ad una maggiore attenzione e consapevolezza verso quello che risulta essere un settore in grande sviluppo, quello della mobilità sostenibile

Va in questa direzione anche il Bonus Mobilità,  proposto dal Governo sul Decreto Rilancio 2020, creato per dare un impulso alla ripartenza economica post Covid

Vediamo come il Bonus contribuisce alla mobilità sostenibile.

Il Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 ribattezzato “Decreto Rilancio”, prevede importanti misure per la promozione della mobilità sostenibile in seguito all’emergenza sanitaria dettata dal Covid-19.

Quali sono gli incentivi a disposizione dei cittadini?
Nel Decreto si dispongono gli incentivi economici per diffondere l’utilizzo dei mezzi di trasporto sostenibili e le nuove direttive per l’adeguamento urbano a tale misura.

Nello specifico si prevedono incentivi economici pari al 60% della spesa e comunque non superiori a 500 euro che sono validi fino al 31 dicembre 2020, in particolare diretti ai residenti maggiorenni delle città metropolitane, dei comuni e delle province (sopra i 50.000 abitanti).

Rientrano nel bonus le biciclette (anche a pedalata assistita) e i veicoli per la mobilità personale elettrica come per esempio segway, hoverboard, monopattini e monowheel.

Nel Decreto si parla anche di “Buono mobilità” per i servizi di mobilità condivisa a uso personale (per esempio scooter e bike sharing ma non car sharing).

Il  “Buono mobilità” può essere richiesto per una sola volta e solamente per un servizio o per un mezzo.

La mobilità sostenibile entra nel codice della strada

Tra i provvedimenti presi in seguito all’emergenza Covid-19 vi è anche una novità nel codice stradale. 

Nel Decreto Rilancio si parla infatti di finanziamenti per progetti che prevedono la creazione, il prolungamento, l’ammodernamento e la messa a norma di corsie riservate al trasporto pubblico locale e piste ciclabili: questa è la dimostrazione che si intende puntare da subito sulla mobilità sostenibile.

Dato il grande accoglimento del Bonus, ad oggi sono resi disponibili dal Governo, fondi per 220 milioni di euro per usufruire degli incentivi segnalati.

In Italia c’è la corsa alla mobilità sostenibile

Città cosmopolita e attenta all’innovazione, Milano è una delle prime che ha intercettato da subito l’opportunità e ne ha fatto virtù.
La città metropolitana, infatti, ha proposto ai cittadini incentivi per l’acquisto e l’affitto di veicoli elettrici (contributo fino a 1800 euro per scooter e 1500 euro per bici ibride o elettriche).

Nelle Marche è stato avviato il primo hub esperienziale sulla mobilità elettrica nella rete urbana di Ancona.
Fondato da un’associazione tutta al femminile l’hub sarà in grado di assicurare spostamenti intelligenti e sostenibili oggi attraverso auto elettriche, domani grazie anche ai mezzi per “l’ultimo miglio” come bici, monopattini, ecc.

A Roma è stato recentemente lanciato il primo servizio di scooter in sharing che sarà attivo in tutta la città metropolitana. 

E il sud? 
Il sud Italia ha risposto bene all’invito da parte del Governo di ricorrere maggiormente alla mobilità sostenibile a partire dalla fine del lockdown. 

A Napoli e a Bari ad esempio si è assistito ad un boom di acquisti di monopattini e hoverboard

La necessità “Post Coronavirus” di garantire il distanziamento sociale sta facendo emergere una maggiore attenzione e sensibilità verso mezzi di trasporto alternativi ed in particolare verso quelli sostenibili.
Maggiori opportunità al cittadino, una migliore qualità dell'aria nelle città e chissà, magari una riduzione dello stress da ingorgo.

Chiamaci al numero 070 3321792 oppure scrivici

Oggetto:

Messaggio: